Posted on October 9, 2014 by
La Montagna a portata di tutti
Durante il prossimo International Mountain Summit a Bressanone, in programma a partire dal 16 ottobre, un'intera giornata quella del 19, sarà dedicata ai test dei "prodotti d'ausilio".

"Non si possono appiattire le montagne. Tuttavia, si può essere coraggiosi e cercare di scoprire quale altitudine possa essere raggiunta in sedia a rotelle" queste le parole di Michael Stampfer, un atleta altoatesino appassionato di montagna, paraplegico a causa di un infortunio sul lavoro.

Nella sua presentazione durant il congresso "Montagne per tutti – Disabilità e l’Outdoor" parlerà dell'importanza dello sport, e della montagna in particolare, per la sua riabilitazione.

Il motto del summit quest'anno è proprio la „forza di volontà“ e gli ostacoli possono essere sia una vetta di 8.000 m sia un grave infortunio.

Proprio a testimonianza dell'importanza di rendere accessibili a tutti le nostre montagne, il relatore principale sarà Mark Inglis, neozelandese, sopravvissuto ad una tremenda esperienza in una caverna di ghiaccio, e primo doppio amputato a salire sulla vetta del Mount Everest nel 2006.
Attachments
Ratings
Captcha Challenge
Reload Image
Reload
Categories

Go to top